Da Cittiglio alla Sicilia per salvare il loro piccolo

Riuscito il trapianto di fegato tra papà e figlio.

 

di Redazione
redazione@varesenews.it – Pubblicato il 29 maggio 2020

Affetto da una malattia rara il piccolo Riccardo aveva bisogno di un trapianto di fegato. Tutta la famiglia ha attraversato l’Italia in piena Pandemia per renderlo possibile.

 

Il piccolo Riccardo e papà Vincenzo

Hanno attraversato l’Italia in piena pandemia per raggiungere a Palermo il centro di eccellenza nel settore dei trapianti che avrebbe potuto salvare la vita del loro piccolo di appena 13 mesi.

Vincenzo e Tania sono partiti da Cittiglio per affidare il loro piccolo alle cure del chirurgo Jean de Ville de Goyet, del centro di eccellenza siciliano ISMETT di Palermo e lo scorso 13 maggio l’operazione del trapianto di fegato ha potuto dirsi riuscita. In mezzo uno straordinario gesto di amore paterno: insieme alla bravura dei medici a rendere possibile l’operazione è stato infatti il coraggio di papà Vincenzo che ha donato un pezzo del suo fegato al figlio.

I commenti sono chiusi