Chi siamo

 

neonato itterico ridL’AMEI – Associazione per le Malattie Epatiche Infantili, riconosciuta come Onlus, è nata nel 1986. Fondata su iniziativa di alcuni genitori di pazienti e di medici del reparto di Chirurgia Pediatrica dell’Ospedale dei Bambini di Brescia, nei suoi molti anni di attività ha ottenuto sempre maggiori consensi e appoggi. Interamente basata sul lavoro volontario di donne e uomini sensibili a queste drammatiche problematiche, l’AMEI ha dato corpo agli scopi che il suo statuto prevede. L’associazione si propone, tra l’altro, di “promuovere tutte le iniziative a favore dei bambini con gravi malattie del fegato sotto il profilo della prevenzione, diagnosi precoce, trattamento e cura”. Obiettivi difficili, ma che i volontari perseguono caparbiamente, nella consapevolezza che dietro ogni “cartella clinicac’è una piccola vita, che chiede solo di poter tornare a sorridere e a condurre un’esistenza il più possibile “normale”.

L’AMEI, che opera su tutto il territorio nazionale, ha sede a Brescia, ospitata all’interno del reparto di Chirurgia Pediatrica diretto dal Professor Daniele Alberti. Proprio il reparto bresciano è, infatti, il centro di riferimento nazionale per la cura chirurgica delle malattie epatiche in età pediatrica, come l’atresia delle vie biliari e le altre numerose affezioni delle vie biliari (dilatazioni congenite, calcolosi ecc.), i tumori benigni e maligni, l’ipertensione portale.

L’AMEI è, in questi anni, diventata un punto di riferimento sicuro e solido per le famiglie che devono far fronte alla drammatica realtà della malattia, sia nell’aiutare a percorrere l’iter burocratico-sanitario, sia nell’offrire sempre un appoggio affettuoso e partecipe. Vive e lavora grazie al prezioso sostegno dei suoi volontari, alle offerte dei soci, alle donazioni di enti pubblici o di aziende private che, sensibili agli scopi dell’associazione, intervengono concretamente per incoraggiare il loro operato.

Commenti chiusi